Calcoli sulla convenienza dell'estinzione anticipata del mutuo, considerando gli effetti della detrazione fiscale e della penale.

CAPIRE I MUTUI

Scopri il risparmio Tele Mutuo

Calcola
Preventivo
Richiedi
Tele Mutuo

Estinzione anticipata del mutuo

Usare i risparmi per
estinguere il mutuo?

Una delle domande che gli esperti si sentono fare più spesso riguarda la convenienza di un'estinzione anticipata del mutuo.

La risposta dipende essenzialmente dal confronto con l'alternativa di investimento.

Bisogna cioè verificare quanto frutterebbe il proprio denaro se venisse investito, invece di essere adoperato per l'estinzione. Allorché il rendimento superasse il costo del mutuo sarebbe vantaggioso lasciare in vita il debito.

Per fare bene i conti bisognerà però applicare alcuni correttivi al tasso del mutuo da utilizzare per il confronto.

In primo luogo quello discendente dall'eventuale beneficio fiscale che, se gli interessi passivi sono interamente detraibili, ammonta al 19%.

Poi andrà considerata l'eventuale commissione di anticipata estinzione, il cui effetto su base annua dipenderà dalla durata residua del finanziamento. Essa vi inciderà per una frazione pari al suo ammontare diviso per la metà degli anni residui (perché il debito nel tempo regredisce e applicando questo criterio se ne compensa l'effetto).

ESEMPIO: Un mutuo al tasso del 4% che gode interamente dei benefici fiscali (19%) avrà un costo effettivo più basso. Il tasso sostenuto ammonterà all'81% (100% - 19%) del suo ammontare, ovvero al 3,24% (4% x 81%).

Qualora si pensi di estinguerlo andrà però considerato il dannoso effetto della penale, qualora dovuta. In tal caso se essa ammonta al 2% e gli anni residui del mutuo sono 8, si potrà individuare la sua incidenza su base annua dividendola per 4 (la metà di 8). In questo caso sarà perciò pari allo 0,50% (2% / 4).

Ciò significa che se dispongo di alternative di investimento superiori al 2,74% (3,24% - 0,50%) al netto delle imposte non mi converrà estinguere il mutuo.

Una considerazione accessoria ed estranea ai calcoli riguarda la disponibilità delle somme che resterebbero a disposizione qualora il mutuo venisse lasciato in essere.

Se esiste la possibilità che si rivelino utili in futuro a tutela di imprevisti o per evitare di contrarre nuovi finanziamenti, potrà probabilmente valere la pena di investire il denaro con qualche formula che permetta di smobilizzarlo facilmente in caso di necessità.

La perdita economica, data dalla differenza tra tasso di rendimento e tasso di spesa per il mutuo, sarà giustificata dalla presenza di un serbatoio di liquidità sempre a disposizione.



Argomenti correlati:








Tele Mutuo - Risparmiamo i tuoi soldi.

I testi di questa pagina sono protetti dalle leggi sul diritto d'autore e non possono essere riprodotti senza autorizzazione. Deposito affidato a SIAE (Società Italiana Autori ed Editori). Vedi copyright.





Sede legale: Piazza della Repubblica, 10 – 20121 Milano - P.IVA 05093900156 - Sede operativa: Viale Filippo Meda, 11 -20017 Rho (Mi)