Diritti del cliente che accende un mutuo.

CAPIRE I MUTUI

Scopri il risparmio Tele Mutuo

Calcola
Preventivo
Richiedi
Tele Mutuo

Istruttoria mutuo

Diritti del consumatore

La normativa più recente ha imposto severe norme di trasparenza alle banche ed agli operatori del credito.

Se conosciute esse consentono di disporre per tempo di una panoramica completa dell'offerta e dei contratti da sottoscrivere. Ecco come sono articolati i diritti del consumatore.

Indice della pagina:



Principali norme di trasparenza

Questo documento chiamato "Avviso" contiene l'elenco dei diritti del consumatore. Deve essere esposto al pubblico nei locali della banca.

Leggendolo il cliente interessato al mutuo sarà messo a conoscenza del diritto di:

  • richiedere copia del Foglio Informativo contenente tutti i termini e i costi dell'operazione di mutuo;
  • ottenere preventivamente, senza termini e condizioni, il testo del contratto di mutuo;
  • ricevere almeno una volta all'anno una sintesi delle condizioni contrattuali in essere;
  • essere tempestivamente informato di sopravvenute variazioni sfavorevoli delle condizioni.
Altri elementi assai utili dell'Avviso di Trasparenza sono il recapito dell'Ufficio Reclami ed i relativi tempi massimi di risposta, nonché la modalità per ricercare la soluzione di eventuali controversie. Indica per esempio come sfruttare la comoda ed economica possibilità di ricorrere all'Ombudsman Bancario.



Foglio informativo

Finalmente uno strumento che spiffera fuori tutto su tassi, modalità e spese sia piccole che grandi collegate al mutuo. Inclusi dettagli spesso sconosciuti perfino al personale bancario!

Comprende una sintesi delle principali clausole contrattuali e spiegazioni sui rischi tipici della specifica operazione.

E' dotato di una legenda per capire i termini difficili, anche se purtroppo resta complessivamente ancora un po' difficilotto da capire per chi non è del mestiere.

Per mettere il consumatore in grado di comprenderlo più facilmente abbiamo realizzato l'approfondimento indicato sotto.

Argomenti correlati:


Informativa precontrattuale

Fino a pochi anni fa si riusciva a conoscere il contenuto del contratto di mutuo solo… davanti al notaio.

Afferrare il significato delle complesse clausole ad una prima lettura era quasi impossibile. Ancor meno metterle in discussione all'ultimo momento.

L'attuale normativa consente al cliente di pretendere in anticipo la visione del contratto.

Dopo avere dato corso all'istruttoria potrai perciò richiederlo alla banca per un esame preventivo di quanto dovrai firmare in occasione della stipula notarile.


Documento di sintesi

Considerata la difficoltà di rilevare le principali condizioni sparpagliate nel testo contrattuale, il legislatore ha stabilito che il contratto debba essere dotato di un frontespizio riassuntivo, chiamato "Documento di sintesi", che le riepiloghi tutte in una forma immediatamente comprensibile.

Così con un colpo d'occhio si dispone del riassunto degli aspetti più salienti.


Prospetto PIES

Dal 1° novembre 2016 la presentazione del preventivo deve avvenire su un prospetto standardizzato detto PIES. Il formato predefinito premia la chiarezza e la completezza delle informazioni. Soprattutto, rende facile confrontare le proposte di banche diverse, che risulteranno così redatte in modo identico.

In fase di valutazione dell'offerta è del tutto raccomandabile farsi rilasciar la proposta su questo prospetto, che il cliente ha il diritto di ricevere. Scarabocchi o stampate dello schermo del computer su carta bianca non dispongono di alcuna ufficialità e possono facilmente contenere errori e incompletezze di informazione.

I contenuti del PIES, che devono rispettare precisi obblighi normativi, sono invece curati con estrema attenzione e rappresentano uno dei principali contributi alla trasparenza verso il consumatore in tema di mutui.

Argomenti correlati:


Obblighi del mediatore creditizio

Nel luglio 2005 le disposizioni in tema di trasparenza applicate alle banche sono state estese ai mediatori creditizi.

Gli obblighi nascenti rappresentano un'importante tutela per il consumatore che si rivolge ad un intermediario.

Il mediatore deve infatti mettere subito a disposizione del cliente il proprio Avviso di Trasparenza ed il Foglio Informativo del servizio di mediazione.

Quando raccoglierà la domanda di mutuo per la banca dovrà rilasciare anche l'Avviso delle principali norme di trasparenza dell'istituto ed il Foglio Informativo del contratto di mutuo.

Chi intende utilizzare il servizio di mediazione può conoscere i suoi diritti al riguardo nell'approfondimento citato di seguito.

Per saperne di più




TOP

Tele Mutuo - Risparmiamo i tuoi soldi.

I testi di questa pagina sono protetti dalle leggi sul diritto d'autore e non possono essere riprodotti senza autorizzazione. Deposito affidato a SIAE (Società Italiana Autori ed Editori). Vedi copyright.





Sede legale: Piazza della Repubblica, 10 – 20121 Milano - P.IVA 05093900156 - Sede operativa: Viale Filippo Meda, 11 -20017 Rho (Mi)