Vecchi Mutui prima 1996: Tassi Usura

Quando il tasso del vecchio mutuo supera la soglia d'usura

Tassi dei mutui

La Legge sull'usura del 1996 ha generato grande scompiglio a causa di tutti i mutui a stipulati fino ad allora a tassi superiori alle soglie dell'usura.

I debitori hanno avanzato motivate pretese in merito al rimborso delle quote di interessi pagate in eccesso, come anche a una rinegoziazione dei tassi contrattuali.

Mentre in un primo tempo la Corte di Cassazione aveva dato loro ragione, è successivamente intervenuto il D.L. 394/2000 (convertito nella Legge 24/2001) che ha stabilito che "si intendono usurari gli interessi che superano il limite stabilito dalla legge nel momento in cui essi sono promessi o comunque convenuti, indipendentemente dal momento del loro pagamento."

Il che ha posto fine al putiferio stabilendo che i tassi precedentemente stipulati erano da ritenersi validi.

L'unica eccezione è stata concessa ai mutui prima casa di importo originario inferiore a 77.468 Euro e con tasso superiore all'8%. A tali contratti è stato riservato, tramite rinegoziazione gratuita, un tasso di favore dell'8%, applicabile però solo ai pagamenti in scadenza dopo il 2 gennaio 2001.

Argomenti correlati:

I testi di questa pagina sono protetti dalle leggi sul diritto d'autore e non possono essere riprodotti senza autorizzazione. Deposito affidato a SIAE (Società Italiana Autori ed Editori). Vedi copyright.