Cambio Casa con il Mutuo. Il problema è vendere

TANTA VOGLIA DI NUOVA CASA. MA IL PROBLEMA E' VENDERE

Stiamo sempre più in casa. Tanti ormai perfino ci lavorano a tempo pieno. E con le limitazioni passate e nuovamente incombenti per l'accesso ai luoghi pubblici cresce la voglia di abitazioni spaziose, luminose e dotate di spazi all'aperto.

Le agenzie immobiliari sono cariche di segnalazioni di interesse per immobili con terrazzi e giardini. La differenza di prezzo con la vecchia abitazione non preoccupa granché visti i tassi dei mutui che profumano di miracolo, con la possibilità di rimborsare solo poco più del capitale prestato anche dopo 20 o 30 anni.

Perché allora il mercato non esplode? Il limite risiede nelle case da sostituire. I loro limiti sono la causa della difficoltà di collocazione. Curiosamente, proprio gli ottimi tassi di mutuo che favorirebbero il ricambio, permettono a chi compra per la prima volta una casa di assumere debiti maggiori, senza doversi accontentare.

Dunque un sostanziale ristagno delle transazioni dovuto alla mancanza di quel ricircolo che in passato costringeva a scalare la proprietà immobiliare un passettino alla volta. Se pensi al vecchio buon monolocale supercommerciabile, oggi chi lo vuole più?