Scegliere fra mutuo a tasso fisso e mutui a tasso variabile.

CAPIRE I MUTUI

Scopri il risparmio Tele Mutuo

Calcola
Preventivo
Richiedi
Tele Mutuo

Scelta del mutuo

Meglio tasso fisso o tasso variabile?

Il solito dubbio. Tanto più che qualsiasi ipotesi può essere smentita dai tanti anni di vita del mutuo.
Esamina allora le riflessioni suggerite dall'esperienza pratica!

Indice della pagina:




Criterio discriminante

Inutile cercare di pronosticare il futuro. Le previsioni economiche sono incerte quanto quelle del tempo.

Invece l'esperienza ci ha suggerito una regoletta piuttosto semplice che finora non ha deluso: quando è possibile ottenere mutui ad un tasso fisso vicino al 5% bisogna approfittarne.

A questo livello lo spazio di possibile risparmio con il ricorso al tasso variabile si assottiglia, mentre i rischi di innalzamento sono tutti presenti.

Al contrario, più il tasso fisso eccede il 5%, tanto più diventa interessante il mutuo a tasso variabile. Con buona probabilità esso resterà al di sotto della proposta a tasso fisso per la maggior parte del tempo. Con il vantaggio che ad un tasso più basso il rimborso capitale avviene più in fretta.

Nelle considerazioni va comunque tenuto presente anche il valore dell'Euribor del momento. Quando è molto basso mancano opportunità fisiche di riduzione, lasciando spazio solo agli aumenti. A quel punto, se la differenza rispetto all'offerta a tasso fisso è limitata ad un punto percentuale, scegliere il tasso variabile diventerà con tutta probabilità un cattivo investimento.


Per saperne di più:

Proteggersi con il tasso variabile

Tra i contratti di mutuo esistono soluzioni studiate per coniugare la convenienza del tasso variabile con la stabilità del tasso o della rata.

2a. Tasso massimo

E' possibile acquistare un assicurazione che paghi la spesa in eccedenza qualora i tassi superino una soglia predeterminata.

Il costo della copertura viene solitamente integrato nel tasso del finanziamento, che pertanto aumenterà. In genere l'incremento si attesta tra lo 0,50% e lo 0,75%.

Il tasso massimo viene fissato due o tre punti più in alto di quello in vigore.


Per saperne di più:


2b. Rata costante

Scegliendo un contratto a durata variabile si otterrà il beneficio di una rata fissa indipendentemente dalle variazioni di tasso.

E' più una comodità che un vantaggio economico perché le variazioni esplicheranno ugualmente tutti i loro effetti. Le conseguenze verranno però assorbite dalla durata, per cui il rimborso potrà allungarsi o abbreviarsi.


Per saperne di più:

Curiosità: perché il tasso fisso costa di più

Bisogna considerare che la banca funge da intermediario tra una soggetto che investe i soldi e un altro che li utilizza.

Quindi per prestarti del denaro a tasso fisso servirà che prima qualcun altro lo abbia investito a tasso fisso.

Pensa ora di stare dall'altro lato, cioè di essere colui che investe i suoi capitali.

Per trovare vantaggioso bloccare il tasso di rendimento per molti anni vorresti che fosse più alto di quello ottenibile investendo solo per pochi mesi, ti pare?

In verità il meccanismo è un po' più articolato perché implica operazioni sui derivati dei tassi. Tuttavia questo semplice principio sta alla base delle motivazioni per cui il tasso fisso costa di più.

NOTA: occasionalmente possono verificarsi periodi di temporanea tensione dei mercati con conseguenti effetti sui cosiddetti "tassi a breve".

In tali circostanze può succedere che i mutui a tasso variabile (ancorati a parametri riferiti abitualmente a periodi di uno, tre o sei mesi, cioè i periodi al centro della burrasca) finiscano per costare più dei mutui a tasso fisso (collegati a parametri a lungo termine che non risentono di fenomenologie temporanee).

Si tratta di anomalie che tendono ad annullarsi nel giro di qualche mese. Con l'attenuazione della tensione i tassi variabili caleranno. Oppure, se i problemi non si risolveranno, saranno i tassi fissi ad alzarsi, ripristinando i consueti differenziali.


Per saperne di più:








Tele Mutuo - Risparmiamo i tuoi soldi.

I testi di questa pagina sono protetti dalle leggi sul diritto d'autore e non possono essere riprodotti senza autorizzazione. Deposito affidato a SIAE (Società Italiana Autori ed Editori). Vedi copyright.





Sede legale: Piazza della Repubblica, 10 – 20121 Milano - P.IVA 05093900156 - Sede operativa: Viale Filippo Meda, 11 -20017 Rho (Mi)