>








I migliori mutui di oggi

Crédit Agricole - Mutuo Crédit Agricole con garanzia Consap Fisso
Acquisto prima casa 100% Under 36
Rata € 837.92 al mese x 20 anni
Tasso: fisso - Taeg: 3.35% - Tan: 3.08%


Vedi di Più | Richiedi Informazioni

BNL - Mutuo BNL Spensierato
Acquisto prima casa
Rata € 590.29 al mese x 20 anni
Tasso: fisso - Taeg: 3.95% - Tan: 3.7%


Vedi di Più | Richiedi Informazioni

BNL - Mutuo BNL Spensierato
Acquisto seconda casa
Rata € 590.29 al mese x 20 anni
Tasso: fisso - Taeg: 4.16% - Tan: 3.7%


Vedi di Più | Richiedi Informazioni

Intesa Sanpaolo - Mutuo domus fisso LTV100
Acquisto prima casa 100%
Rata € 944.93 al mese x 20 anni
Tasso: fisso - Taeg: 4.76% - Tan: 4.45%


Vedi di Più | Richiedi Informazioni

Vedi tutti i Mutui:
Rilevazione effettuata in data odierna. Leggere attentamente il documento "Informazioni Generali sul Credito Immobiliare" presente all'interno di ogni singola proposta, il "Prospetto Informativo Europeo Standardizzato (PIES)" fornito dalla banca erogante prima della stipula, per approfondire condizioni e dettagli definitivi del singolo mutuo, nonché il Foglio Informativo di TeleMutuo presente nell'area trasparenza di questo sito. Messaggio pubblicitario con finalità promozionali. Ogni decisione in merito alla concessione del mutuo e alle relative condizioni economiche finali è demandata alla banca erogante.
Crédit Agricole - Mutuo Base Fisso
Surroga
Rata € 566.18 al mese x 20 anni
Tasso: fisso - Taeg: 3.37% - Tan: 3.23%


Vedi di Più | Richiedi Informazioni

Intesa Sanpaolo - Mutuo domus fisso
Surroga
Rata € 574.83 al mese x 20 anni
Tasso: fisso - Taeg: 3.53% - Tan: 3.4%


Vedi di Più | Richiedi Informazioni

CheBanca! - Mutuo Fisso
Surroga
Rata € 597.06 al mese x 20 anni
Tasso: fisso - Taeg: 3.95% - Tan: 3.83%


Vedi di Più | Richiedi Informazioni

BNL - Trasforma mutuo BNL Spensierato
Surroga
Rata € 605.98 al mese x 20 anni
Tasso: fisso - Taeg: 4.07% - Tan: 4%


Vedi di Più | Richiedi Informazioni

Vedi tutti i Mutui:
Rilevazione effettuata in data odierna. Leggere attentamente il documento "Informazioni Generali sul Credito Immobiliare" presente all'interno di ogni singola proposta, il "Prospetto Informativo Europeo Standardizzato (PIES)" fornito dalla banca erogante prima della stipula, per approfondire condizioni e dettagli definitivi del singolo mutuo, nonché il Foglio Informativo di TeleMutuo presente nell'area trasparenza di questo sito. Messaggio pubblicitario con finalità promozionali. Ogni decisione in merito alla concessione del mutuo e alle relative condizioni economiche finali è demandata alla banca erogante.
Banco BPM - Mutuo Casa Tasso Fisso Last Minute Green
Ristrutturazione
Rata € 553.6 al mese x 20 anni
Tasso: fisso - Taeg: 3.24% - Tan: 2.98%


Vedi di Più | Richiedi Informazioni

Crédit Agricole - Mutuo Base Fisso Over 36
Ristrutturazione
Rata € 563.15 al mese x 20 anni
Tasso: fisso - Taeg: 3.42% - Tan: 3.17%


Vedi di Più | Richiedi Informazioni

Intesa Sanpaolo - Mutuo domus fisso
Ristrutturazione
Rata € 574.83 al mese x 20 anni
Tasso: fisso - Taeg: 3.71% - Tan: 3.4%


Vedi di Più | Richiedi Informazioni

CheBanca! - Mutuo Fisso
Ristrutturazione
Rata € 586.66 al mese x 20 anni
Tasso: fisso - Taeg: 3.88% - Tan: 3.63%


Vedi di Più | Richiedi Informazioni

Vedi tutti i Mutui:
Rilevazione effettuata in data odierna. Leggere attentamente il documento "Informazioni Generali sul Credito Immobiliare" presente all'interno di ogni singola proposta, il "Prospetto Informativo Europeo Standardizzato (PIES)" fornito dalla banca erogante prima della stipula, per approfondire condizioni e dettagli definitivi del singolo mutuo, nonché il Foglio Informativo di TeleMutuo presente nell'area trasparenza di questo sito. Messaggio pubblicitario con finalità promozionali. Ogni decisione in merito alla concessione del mutuo e alle relative condizioni economiche finali è demandata alla banca erogante.

APE: cos’è e come funziona l’attestato di prestazione energetica

Se vuoi comprare un immobile, devi sapere che al momento del rogito notarile il venditore è obbligato a consegnarti l'APE (Attestazione di Prestazione Energetica). Non solo: anche in caso di locazione di un immobile il locatore è tenuto a consegnare al locatario questo documento. Vediamo, quindi, cos'è l’APE, ma anche come funziona, chi lo rilascia e qual è il costo. 

Cos’è l’APE, attestato di prestazione energetica

L’attestato di prestazione energetica (APE) è un documento standard, che certifica le caratteristiche energetiche di un immobile, ovvero delinea la capacità, le prestazioni e il fabbisogno energetico di un edificio o di un singolo appartamento, nonché del sistema di riscaldamento. 

Può aiutare coloro che desiderano acquistare un immobile a comprendere i potenziali risparmi sui costi e i benefici ambientali che possono ottenere acquistando una proprietà con prestazioni efficienti e lo stesso vale anche per chi vuole prendere in affitto un appartamento.

L’attestato di prestazione energetica (APE) deve contenere una serie di informazioni quali:

  • Classe energetica dell’immobile;
  • Qualità energetica dell’edificio allo scopo di contenere i consumi energetici;
  • Prestazione energetica complessiva dell’immobile;
  • Elenco dei servizi energetici e delle loro efficienze
  • Requisiti minimi di efficienza energetica come da normativa;
  • Emissioni di anidride carbonica;
  • Quantità di energia consumata in un anno;
  • Caratteristiche termoigrometriche;
  • Indice di prestazione energetica rinnovabile, non rinnovabile e energia elettrica esportata;
  • Suggerimenti per il miglioramento energetico e il miglioramento della prestazione energetica.

In particolare, l’indice di prestazione energetica (IPE) si articola in 10 classi energetiche, contraddistinte da una lettera ed eventualmente anche un numero, da A4 (la classe più alta) a G (la classe più bassa): più ci si avvicina alla classe energetica G, quindi, meno efficiente è l’immobile. Gli edifici di recente costruzione sono di solito in classe energetica A o B, mentre le costruzioni più datate hanno una classe energetica F o G, a meno che nel corso del tempo non siano stati fatti degli interventi che ne hanno migliorato le prestazioni, come per esempio la sostituzione degli infissi.

Si stima che la gestione di una casa inefficiente possa costare centinaia di euro in bollette energetiche all'anno, oltre a contribuire alle emissioni di gas serra e danni all'ambiente. 

Oltre il 40% del consumo di energia in una famiglia media potrebbe essere risparmiato se si considerassero interventi di miglioramento energetico, peraltro necessari per la richiesta del mutuo green.

Quando è obbligatorio l’attestato di prestazione energetica

Secondo la normativa, l’attestato di prestazione energetica è indispensabile per la compravendita e locazione degli immobili. E’ stato introdotto con il Dlgs 192/05 e reso obbligatorio con l’integrazione del Dlgs 311/06.

L’attestato di prestazione energetica è quindi obbligatorio nei seguenti casi:

  • Acquisto, locazione o donazione di un immobile;
  • Immobile di nuova costruzione o immobile demolito e ricostruito;
  • Lavori di ristrutturazione su una superficie superiore al 25%.

L’attestato di prestazione energetica è necessario anche per richiedere le detrazioni fiscali legate all’EcoBonus e al SuperBonus 110%, che richiedono di dimostrare il miglioramento della classe energetica dell’immobile.

APE, chi lo rilascia e quali documenti servono

Come ottenere l'attestazione di prestazione energetica di un immobile? Per avere questa certificazione ci si deve rivolgere a un tecnico qualificato, che ispeziona l'edificio e valuta la qualità degli impianti. Il certificatore energetico deve effettuare almeno un sopralluogo per ottenere i dati utili alla compilazione dell’APE. 

Non solo: a questo professionista vanno consegnati tutti i documenti necessari per l’APE, ovvero la planimetria catastale, la visura catastale storica e gli atti che dimostrano la legittimità urbanistica edilizia. 

I documenti facoltativi da presentare sono invece la certificazione di conformità degli impianti e il libretto della caldaia, contenente lo storico delle manutenzioni.

Per contattare un esperto abilitato, ci si può anche rivolgere anche a uno dei numerosi siti web dedicati all’APE online, che incaricheranno un tecnico attivo nella zona in cui si trova l’immobile da certificare.

Validità

L’attestato di prestazione energetica, che viene consegnato dal tecnico abilitato al proprietario dell’immobile, ha una durata massima di 10 anni. Nel caso in cui si dovessero effettuare lavori di ristrutturazione dell'immobile che ne modifichino le caratteristiche energetiche, l’APE andrà rinnovato.

Costo

Dopo aver visto chi è il responsabile della preparazione dell’APE e qual è la validità di questo documento, vediamo anche quanto costa. Non esiste una tariffa standard per richiedere l’attestato di prestazione energetica, ma possiamo dire che, in genere, il costo si aggira intorno a poche centinaia di euro, a volte anche qualche decina di euro.

Questa stima del prezzo puà variare a seconda della regione in cui si trova l’immobile, delle caratteristiche della casa e della parcella del singolo certificatore APE.

Link Utili

Confronta i migliori mutui